CONDOFURI. I carabinieri della Stazione Condofuri San Carlo, agli ordini del maresciallo capo Carlo Livia, al termine di mirata attività investigativa ed in esecuzione dell’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Reggio Calabria, hanno dato esecuzione all’ordinanza di divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa, nei confronti di S. N. 24 anni, del luogo, poiché ritenuto responsabile di atti persecutori.

Il provvedimento cautelare, giunge all’esito di una specifica attività istruttoria svolta dai militari della locale Stazione, con la direzione del sottotenente Francesco Conigliaro comandante dell’Aliquota operativa e radiomobile della Compagnia carabinieri di Melito di Porto Salvo.

A seguito della denuncia sporta dalla giovane vittima, ormai da tempo ex fidanzata dell’indagato, che, esausta per i molteplici atti vessatori subiti, nel dicembre scorso si presentava presso la caserma dei carabinieri dove, accolta dai militari, raccontava le reiterate e perduranti vessazioni che subiva ormai da due mesi, sono iniziate le indagini.

I carabinieri, anche grazie alla collaborazione della donna, hanno ricostruito quindi un quadro che dipingeva svariati episodi di ingiurie, minacce e danneggiamenti perpetratisi nel tempo, raccogliendo una serie di elementi indizianti a carico dell’uomo anche in ordine al reato di atti persecutori, per i quali è stato immediatamente deferito all’Autorità giudiziaria.

A stretto giro, su richiesta della Procura della Repubblica, il Gip del Tribunale di Reggio Calabria, valutati sussistenti i gravi indizi di colpevolezza a carico di S. N., ha disposto il divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa nei confronti dell’indagato, riuscendo così ad assicurare alla donna una tutela celere, efficace e adeguata.

About Pino d'Amico

Reggio Calabria e la sua Provincia dentro la cronaca e non solo.
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento :

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare ...