VILLA SAN GIOVANNI. Continuano senza sosta i capillari servizi di controllo del territorio predisposti nell’ambito del piano nazionale e transnazionale di contrasto alla criminalità denominato “Focus ‘ndrangheta”, elaborato in sede di Comitato provinciale dell’ordine e sicurezza pubblica, estesi al territorio dell'intera provincia reggina.

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della locale Compagnia, agli ordini del tenente Alessandro Cantarella, comandante interinale, hanno eseguito un servizio straordinario di controllo del territorio, finalizzato alla repressione dei reati in genere, con particolare attenzione a quelli di natura predatoria, nonché al contrasto di attività illecite legate allo spaccio di sostanze stupefacenti ed al porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere.

Sono stati oltre 40 i militari dell’Arma impiegati dai Comandi Stazione dipendenti e dal Nucleo operativo e radiomobile, che hanno proceduto all’esecuzione di 9 perquisizioni domiciliari, personali e veicolari, controllando altresì 20 esercizi pubblici e identificando complessivamente 67 persone e di 35 veicoli.

Nello specifico, all’esito di mirati servizi:

- il Comando Stazione Carabinieri di San Roberto, in ottemperanza all’ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Sorveglianza di Milano, ha rintracciato e tratto in arresto G. V., 37 anni, del posto,  già sottoposto alla misura della detenzione domiciliare in Cunardo (Varese), al quale è stato revocato il beneficio dell’esecuzione della pena detentiva presso il domicilio causa violazione delle prescrizioni imposte dal Giudice.
L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale Reggio – Arghillà.

- i Comandi Stazioni Carabinieri di Bagnara Calabra, Scilla, Villa San Giovanni e dell’Aliquota radiomobile della locale Compagnia Carabinieri, coadiuvati da personale delle aziende televisive “Sky” e “Mediaset”, all’esito di specifici accertamenti finalizzati alla protezione del diritto d’autore ed eseguiti sugli esercizi pubblici delle rispettive giurisdizioni, deferivano in stato di libertà per l’indebito utilizzo per uso commerciale di smart card associate invece a contratti “Pay Tv” per uso domestico:

- S. F., 31 anni, presidente di un circolo privato sito a Bagnara Calabra;
- C.R., 45 anni, titolare di una pizzeria sita a Bagnara Calabra;

- C.F., 28 anni, titolare di una sala scommesse sita a Bagnara Calabra;
- C. E., 43 anni e T. D., 27 anni,  rispettivamente titolare e gestore pro-tempore di una sala scommesse sita a Bagnara Calabra;
- P.C., 59 anni, titolare di una pizzeria sita a Bagnara Calabra;
- S.R., 34 anni, titolare di un ristorante sito a Bagnara Calabra;
- T.P., 26 anni, titolare di un’associazione sita a Bagnara Calabra; 
- V.F., 43 anni e S.R., 66 anni,  rispettivamente titolare e gestore di un circolo ricreativo sito a Scilla;
- S. G., 35 anni,  titolare di un circolo ricreativo culturale sito a Scilla;
- L.A., 32 anni,  titolare di una pizzeria sita a Scilla;
- P.S., 56 anni, titolare di un pub sito a Scilla;
- B.F., 51 anni, presidente di un circolo ricreativo sito a Scilla;
- C.E., 51 anni, e C. A., 56 anni, insieme a R.G., 62 anni, rispettivamente contitolari e gestore di un ristorante sito a Villa San Giovanni;
- R.A., 35 anni,  titolare di un ristorante sito a Villa San Giovanni.

About Pino d'Amico

Reggio Calabria e la sua Provincia dentro la cronaca e non solo.
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento :

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare ...