PIANA. Ieri, a Candidoni, i carabinieri della Stazione di Laureana di Borrello, in ottemperanza all’ordine di esecuzione per espiazione pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Verbania – Ufficio Esecuzioni Penali, hanno rintracciato e tratto  in arresto M. L. P., 40 anni, del luogo.

La donna dovrà scontare la pena di 6 mesi di reclusione poiché riconosciuta colpevole del reato di truffa, commesso a Gravellona Toce (VB) nel 2013.

L’arrestata, al termine delle formalità di rito, è stata tradotta nella  propria abitazione in regime di detenzione domiciliare su disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Sempre ieri, i carabinieri della Stazione di San Ferdinando, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Palmi:
  • A. S., 54 anni, del luogo;
  • G. S., 28 anni, del luogo, noto alle forze dell’ordine.
Entrambi, sono ritenuti responsabili dei reati di contrabbando di sigarette in concorso e detenzione abusiva di armi.

Nei fatti, i due, a seguito di una perquisizione domiciliare presso la loro abitazione, sono stati trovati in possesso di:
  • 50 stecche di sigarette marca Malboro e 18 stecche di sigarette marca Passport, tutte prive dei bollini dei Monopoli di Stato;
  • 1 caricatore per pistola, di cui si sconosce marca, calibro e modello.
Tutto quanto rinvenuto è stato posto sotto sequestro.

About Pino d'Amico

Reggio Calabria e la sua Provincia dentro la cronaca e non solo.
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento :

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare ...