REGGIO CALABRIA. I carabinieri dell’Aliquota radiomobile della Compagnia cittadina, diretta dal maggiore Mariano Giordano, hanno tratto in arresto Paolo Rosario Birriolo, reggino di 29 anni, ritenuto responsabile di una violenta aggressione perpetrata, intorno alle ore 14:30 di ieri, ai danni di una sua coetanea anche lei reggina.

Birriolo, in via Provinciale Spirito Santo, avrebbe aggredito con violenti calci e pugni una ragazza del posto che era ferma ad una fermata dell’autobus in attesa che arrivasse il mezzo.

La giovane, pensando ad uno scippo ha lanciato la borsa all’indirizzo del malvivente, sperando si appropriasse esclusivamente dei soldi, ma l’aggressore ha ignorato il portafogli e si è scagliato con violenza inaudita contro la malcapitata, palpandola nelle parti intime, procurandole contusioni ed escoriazioni per le quali, dopo essere stata visitata al pronto soccorso degli Ospedali Riuniti, ha avuto sette giorni di prognosi.

La ragazza, benchè aggredita, ha avuto la forza e la prontezza di urlare; le sue urla hanno sia richiamato l’attenzione di alcuni residenti sia fatto desistere l’uomo che è fuggito per le vie circostanti. Immediatamente è stato lanciato l’allarme al numero unico di emergenza europeo “112”. La centrale operativa del Comando provinciale di via Aschenez, ha inviato sul posto un ambulanza del Suem 118 e alcune pattuglie dell’Aliquota radiomobile.

I militari intervenuti, raccolta una sommaria descrizione del malvivente dalla vittima prima che venisse accompagnata presso il pronto soccorso, trasmessa alle altre pattuglie impegnate nelle ricerche del fuggitivo, sfruttando la loro conoscenza del territorio si sono diretti verso lo spiazzo posto alle spalle della Stazione Centrale zona Tempietto pensando che il malvivente potesse aggredire altre donne sole.

L’intuizione dei carabinieri si è dimostrata giusta; i militari dell’arma, infatti, giunti sul posto, hanno incrociato Birriolo  che, a bordo di una bicicletta, transitava in quel tratto di strada.

Il malvivente, bloccato dai carabinieri, ha cercato prima di sottrarsi al controllo e una volta fermato ha opposto una ferma resistenza ai militari per evitare di salire a bordo dell’autovettura di servizio ed essere condotto in caserma per gli accertamenti del caso.

L’uomo, oltre a ferire alcuni dei militari intervenuti, ha anche danneggiato gli interni dell’autovettura di servizio nel suo intento di sottrarsi al controllo e all’accompagnamento nella caserma di viale Calabria.

Lo stesso, riconosciuto successivamente dalla vittima, è stato tratto in arresto e tradotto nella Casa circondariale di Arghillà a disposizione dell’Autorità giudiziaria reggina.

About Pino d'Amico

Reggio Calabria e la sua Provincia dentro la cronaca e non solo.
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento :

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare ...