REGGIO CALABRIA. Prosegue il  percorso di educazione civica  “Cittadinanza e Costituzione” con la lezione del sostituto procuratore Massimo Baraldo che si terrà lunedì 27 alle ore 10 nell'Aula Magna del Liceo Scientifico "Leonardo da Vinci".

Il magistrato relazionerà sul tema "Democrazia dal basso: associazionismo e partecipazione. La società civile e le istituzioni. Risoluzione dei conflitti politici e sociali".

La sottoscrizione del Protocollo d'intesa tra la Procura, rappresentata dal procuratore della Repubblica Federico Cafiero de Raho e il Liceo scientifico "Leonardo da Vinci", rappresentato dal dirigente scolastico Giuseppina Princi,  ha consentito di avviare un importante percorso di educazione civica, per una presa di coscienza dei principi e delle regole base della convivenza civile, per creare cittadini consapevoli capaci di creare la propria identità civile su quelli che sono i valori non negoziabili consegnatici dalla nostra Costituzione.

Il sostituto Baraldo, dopo  la relazione agli studenti delle quinte classi del Liceo, si confronterà con loro, in presenza  del Dirigente scolastico, dei docenti del dipartimento di Storia e Filosofia con cui sono state concordate le tematiche di intervento, già  inserite  nella programmazione di classe degli studenti coinvolti e della giornalista Daniela Gangemi che modererà l'incontro.

Il progetto pilota a livello nazionale,  comprende  due incontri al mese per tutto l’anno scolastico,  sarà inserito tra le buone pratiche del Miur, estendendolo, a partire dall’annualità 2017/2018, a tutte le scuole della Regione.

Al termine del percorso, gli atti delle lezioni e le produzioni degli studenti, saranno inseriti in un volume che verrà successivamente pubblicato e distribuito in tutti gli istituti scolastici e le Procure d’Italia.

Il sostituto procuratore Baraldo, si è  laureato in giurisprudenza all’Università degli Studi di Milano, con una tesi in diritto civile, relatore  professor Trimarchi  “Le  clausole di esonero da responsabilità “, conseguendo la votazione di 110 e lode.
Nel 1992, tre giorni prima  dell’attentato di Capaci, ha conseguito l’idoneità per l’accesso in magistratura.

Dal settembre 1992 a giugno 1993  ha svolto tirocinio presso l’Avvocatura Distrettuale dello Stato di Milano.
Successivamente, è stato nominato uditore giudiziario e ha iniziato il periodo di  uditorato presso la Corte d’Appello di Milano.
Seppure come uditore giudiziario, ha quindi vissuto in prima persona il periodo di “Mani pulite”.

Dall’ ottobre del 1994 ha conseguito le funzioni giurisdizionali, che ha esercitato presso la Procura della Repubblica di Siracusa sino al  settembre 1997.
Da allora ha sempre svolto le funzioni requirenti.

Dal settembre del 1997  al  febbraio 2002 e poi ancora da ottobre 2005 a novembre 2009 presso la Procura della Repubblica di Busto Arsizio (Varese);
dal febbraio 2002 all’ottobre 2005 alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano;
dal dicembre 2009  all’aprile 2014 presso la Procura della Repubblica di Varese.

Dal 9 aprile 2014, infine, è  in  servizio presso la Procura della Repubblica di Reggio Calabria.

Ha conseguito la V valutazione di professionalità, equipollente alla vecchia qualifica di magistrato di Cassazione.

Nel corso degli anni si è specializzato nelle materie della sicurezza sul lavoro, dei reati fallimentari e tributari, nonché nell’esecuzione penale.

Dal 2017 è  magistrato “collaboratore” del Procuratore aggiunto del settore ordinario, nel coordinamento dell’area dei reati fallimentari, societari, finanziari e tributari all’interno del Gruppo II specializzato.

About Pino d'Amico

Reggio Calabria e la sua Provincia dentro la cronaca e non solo.
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento :

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare ...